ENGLISH VERSION

About 15 years ago I have lived in Grenoble for few years. In these years in Grenoble I spent quite some time in the mountains around and progressively developped a progressive interest for the group of Belledone, for the ease of access initially, and then for the plenty of combination it can offer in terms of itinerary either hiking, skiing, and climbing. While a number of mountains are organized in relatively simple way along one valley, Belledonne is fairly unique how each and every single peak or mount is positionned, enabling the runner, skier, or climber to invent new combinations all the time.

Few years later I moved to Italy, missed Belledonne for sometime, but then I confess my interest moved to other mountains on the Italian side. I still had some friends in Grenoble, and it’s in 2014 that I heard about this crazy idea to run across Belledonne South to North end to end… that was just crazy, in my view and as far as I was concerned, despite by skiing and climbing background, too long, too much climb, definitely not for me.

And then I started running more and more, completed some 90k races, and then the idea of participating to the Echappee Belle came back… and this is how I signed up for 2016!

I loved re-discovering all the mountains, paths, and trails that I used to go 10 years ago, loved the special atmosphere in Belledonne along the Echappee Belle track that is a rare combination of physical and technical challenge but at the same time relax in the mindset, supportive between runners and organizers, and positive enjoyment all along!

So after finishing in 42h in 2016, I think I made a number of mistake along the race last time, and so I just can’t wait this 2018 edition to see if I can do better than that!

 

ITALIAN VERSION

15 anni fa circa ho vissuto a Grenoble per qualche anni, e ho passato un bel po di tempo nelle montagne dintorni. Poco a poco ho sviluppato un interesse particolare per il massiccio di Belledonne. Un po per la comodità d’accesso, e poi per l’infinita di combinazione che permette quest’insieme di montagne, sia in treck, scialp, che arrampicata. Alla fine spesso le montagne sono distribuite in modo abbastanza semplice lungo le valle e valloni, Belledonne pero ha questa particolarità che la distribuzione e le posizione delle montagne e veramente articolata, ed e proprio questa singolarità che permette poi al corridore, sciatore, o arrampicatore di giocare ed inventare al infinito.

Dopo questi anni a Grenoble mi sono trasferito in Italia vicino a Torino, Belledonne mi e mancato per un po, pero confesso che abbastanza rapidamente mi sono interessato alla montagne accessibile da Torino (e c’e ne sono!). Quindi a Belledonne ci ho pensato sempre meno… Avevo sempre amici a Grenoble pero, ed e fra questa rete che nel 2014 circa ho sentito parlare di una corsa che attraverserebbe tutto il massiccio da Nord a Sud… proprio una follia. A quel momento, nemmeno ci avrei fatto un pensieri : troppo lungo, troppo dislivello, proprio assurdo!

Fatto sta pero che e proprio in questi anni che per motivi lavorativi e famigliari ho iniziato a fare sempre meno scialp, arrampicata, alpinismo, e MTB, e sempre più corsa. Ho iniziato con delle 40k, poi presto 90k, 125k, e cosi via nel 2016 mi sono iscritti senza neanche piu vedere l’aspetto folle del impresa, ma vedendone solo piu gli aspetti belli e sfidanti!

In questa prima partecipazione nel 2016 mi e piaciuto tanto ritrovare le montagne, colli, sentieri, e rifuggi che avevo conosciuti 10 anni prima, ma forse la cosa che ha reso quest’esperienza speciale, e la combinazione di queste montagne fantastiche con l’atmosfera accogliente che c’e sul insieme di questa gara, con questo misto di sfida fisica, sfida di concentrazione che impone la tecnicizza del terreno, lo spirito dei volontari e del caldo tifo ai ristori, e il contrasto con un certo relax che nel aria e che permette di proprio godersi tutte le 30 o 50 ore che uno ci impiega.

Alla fine in questo 2016 ho finito 44esimo che per me non era male, ma anche in 42 ore e questo penso che posso fare meglio. Addiritura durante la gara mi rimpiangevo gia sul momento degli errori che stavo facendo! Voglio fare meglio, posso! E allora quest’anno, non vedo l’ora che arrivi Agosto per rimettermi in gioco e capire proprio se si o no c’e la faro a fare meglio!!!